Violana

Print
There are no translations available.

violanax12Si trova accanto all'omonima casa, tuttora abitata.
Attenzione, la burraia ed il terreno al di là del cancello sono in una proprietà privata: per accedervi e per visitarla, occorre chiedere il permesso ai proprietari.

La Burraia di Violana è composta di due stanze, è in buono stato di conservazione e all'interno ci sono ancora le vasche nelle quali veniva preparato il burro.
Sopra lo stipite della porta è visibile il caratteristico foro circolare, un’apertura che serviva per far circolare l’aria durante la preparazione del burro; purtroppo la pietra forata non è più quella originale, ma è stata sostituita.

Sulla parete centrale della seconda stanza troviamo il foro da cui esce l’acqua captata dalla sorgente che si trova alle pendici della Selva e che, a detta degli abitanti del luogo, è quasi impossibile da ritrovare per via della fitta vegetazione.

violana
Localizzazione

 

La burraia, come la casa di Violana, era di proprietà della fattoria di Bossi.
In passato era presente anche “il bottino delle riprese d’acqua”, un piccolo casottino con vasca, usato come magazzino per macchinari da lavoro e utensili vari, in gran parte distrutto durante la seconda guerra mondiale.

La sorgente posta sul sentiero che congiunge il Mugello con la Val di Sieve, rappresentò punto di sosta e ristoro per soldati di vari paesi durante la guerra. Gli abitanti ricordano ancora soldati “che portavano la sottana” (scozzesi) e altri con “strani copricapi” (indiani).

La sorgente è ancora in buone condizioni, e viene usata per uso potabile dall’abitazione vicina.

violana

 .