rigolo
Sei in: Home Liccioli

Liccioli

E-mail Print
There are no translations available.

castelluccio770x3La sorgente sgorga molto in alto e l’acqua è captata da un tubo che la porta più in basso vicino all’abitazione, dove forma un piccolo stagno. Si raggiunge seguendo il sentiero 2 dietro il Santuario del Sasso, fino al fosso, poi si scende lungo il lastrone di rocce fino a trovare un ex coltivo e si prosegue per circa 30 metri sulla sinistra.

cuccoli500
La sorgente alimenta il fosso che arriva al Castagneto didattico, cadendo dagli alti banchi di arenaria.

I due sbocchi della sorgente hanno una buona portata. Il primo forma un piccolo stagno, utilizzabile anche dalla fauna selvatica, il secondo riempie una cisterna per uso potabile e agricolo.

Il vero nome della località era Montecuccoli, ma nel dopoguerra veniva chiamata anche “Betto”, forse dal nome di Benedetto, contadino che abitava nella casa vicina assieme ad altre 4 famiglie. Sulla cartografia attuale si riporta il toponimo Liccigli, probabilmente per un errore di interpretazione della grafia di Liccioli, derivato dal cognome di Giovan Santi Liccioli, il livellario che si insediò, nel 1800, su quelle che, un tempo, erano terre comunitarie.

Il Liccioli aveva acquisito per livello ben 890 staiora (140 ettari) composti da bosco, palina, pastura , scopa e qualche querciolo. Confinanti con le proprietà dei Guadagni, furono comprate da questi grandi proprietari nel 1826.
La casa, disabitata per molti anni, oggi è nuovamente vissuta.

liccioli770

 Il podere di Liccioli, nell'area forse un tempo chiamata Montecuccoli.
Ritagliate nel bosco e sostenute da terrazzamenti, le aree destinate alla coltivazione di patate, grano e cereali primaverili, sono state poi coperte da rimboschimenti (soprattutto di pino nero). Oggi, il bosco sembra voler riconquistare lo spazio che il Liccioli volle sottragli ai primi dell'Ottocento.