Sei in: Home INIZIATIVE Attività 2009

Attività 2009

E-mail Print
There are no translations available.

2009Attività realizzate nel corso del 2009

Pubblicazione di un libretto sul Cistus laurifolius, in 5.000 copie, presentata in Comune il 16 ottobre alla presenza dell’autore prof. Grossoni, dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Pontassieve e dell’Assessore all’Ambiente della Provincia di Firenze.

Iniziative
- domenica 11 ottobre 2009 chiusura annuale attività ANPIL

- venerdì 16 ottobre presentazione nella sala del Consiglio Comunale del libro sul cisto
- realizzazione di chiavette USB da 2 GB contenenti un file inamovibile di presentazione dell’ANPIL da usare come gadget in occasione di particolari iniziative inerenti l’Area Naturale.
L’organizzazione delle due iniziative di ottobre è stata affidata all’Associazione Escursionistica Il Crinale e al CAI che tramite i loro volontari hanno guidato le escursioni, preparato la merenda dell’11 ed il rinfresco del 16 ottobre e curato la parte grafica del materiale pubblicitario.

Realizzato un tratto di sentiero adatto ad essere percorso da disabili, sul tratto di strada vicinale tra il parcheggio del campo sportivo di Santa Brigida e la fonte della Guardia.

La giornata di apertura delle attività dell’ANPIL Poggio Ripaghera – Santa Brigida - Valle dell’Inferno denominata AREA-PROTETTA-IN-FESTA si è svolta il 3 maggio. Il clima ottimale, la bravura di attori musicisti e cantanti, la suggestione che caratterizza il Santuario e la bellezza dell’area di sosta nel castagneto che in questo periodo dell’anno tocca i livelli più alti, hanno contribuito a raggiungere questo soddisfacente risultato. I presenti hanno potuto apprezzare sia lo spettacolo proposto che i luoghi dell’ANPIL, oltre ad approfondire la conoscenza dell’Area attraverso le informazioni divulgate al Centro Visite ed il materiale informativo distribuito gratuitamente.

L’iniziativa didattica rivolta alla classe III delle elementari di Sieci è stata denominata “Estate nei parchi: piccoli naturalisti a spasso nell’ANPIL” e si è svolta dal 15 al 17 giugno presso il Santuario della Madonna del Sasso. L’esperienza si è conclusa con una merenda finale alla presenza dei ragazzi, degli insegnanti ed educatori, dei genitori degli alunni e dell’ufficio ambiente del Comune. L’iniziativa didattica ha ottenuto giudizi estremamente positivi sia da parte della scuola che dalle famiglie.

Assegnato un dottorato di ricerca sul cisto laurino di Santa Brigida, per l’analisi genetica del fiore, in modo da stabilire definitivamente se si tratta di una specie autoctona oppure no.

Didattica Ambientale
Con la scuola abbiamo realizzato a maggio tre giornate da “piccoli naturalisti” rivolte alla scuola materna e primaria di primo grado per circa 60 alunni alla volta. Le guide ambientali  hanno guidato le insegnanti in esperienze sugli animali e sul bosco nella zona del Santuario che, come sempre, ha messo a disposizione locali e pertinenze per la buona riuscita delle iniziative. I bambini hanno raggiunto il Santuario con i mezzi pubblici fino a S. Brigida e poi a piedi (le materne con un servizio straordinario a pagamento della società convenzionata per il trasporto scolastico), il pranzo è stato garantito dalla mensa scolastica.

Sono stati installati i cartelli di divieto di accesso ai mezzi a motore, concordati con Polizia Municipale e CAI a seguito di sopralluogo e verifica delle norme in materia.

Avviata la redazione del Piano Vegetazionale.
A partire dal 3 maggio il Centro Visite è stato tenuto aperto ogni sabato e domenica pomeriggio a cura delle associazioni di volontariato.
E’ stata ripetuta l’esperienza delle osservazioni astronomiche nel chiostro del Santuario della Madonna del Sasso, guidate dalla Società Astronomica Fiorentina, riproponendo la formula della prima giornata dedicata ai bambini, con lancio finale dei palloncini con appesa una stellina riportante il nome dei bambini presenti, e una seconda giornata dedicata agli adulti.

Il 2 giugno è stata organizzata la giornata dedicata al cisto laurino in fiore. L’escursione è partita da S. Brigida per arrivare a Fontassenzio, lungo i sentieri ricchi di cisto laurino in piena fioritura. Arrivati all’area di sosta di Fontassenzio e della sorgente Fonte Rosina, è stata offerta a tutti una merenda a base di prodotti tipici locali. L’escursione ha compreso anche la visita alla Burraia di Fontassenzio.
Si sono stabiliti nuovi accordi con CAI e GEO per la manutenzione della sentieristica dell'ANPIL.